Morta ufficialmente l’Enoteca Italiana: oggi o molti anni fa?

L’enoteca Italiana è stato uno degli enti più importanti per il vino italiano ma non è morta oggi, bensì diversi anni fa, quando divenne un ente assolutamente inutile, peggio, pretenzioso. Sono stato consigliere dell’Enoteca Italiana circa una decina di anni fa e purtroppo devo testimoniare che mi sono trovato a far parte di un qualcosa morto da tempo.




Ultimi Video





ALCUNI COLLABORATORI DI WINESURF

Bruno Caverni foto

Bruno Caverni

Pratese, appassionato di vino, in particolare  champagne, fiduciario AIS, baluardo storico di Winesurf  dai tempi più remoti.

Guglielmo Bellelli foto

Guglielmo Bellelli

Il nostro mappamondo enoico. Conosce personalmente ogni vite della Francia e quasi tutte quelle italiane: provare per credere.

Giovanni Solaroli foto

Giovanni Solaroli

Romagnolo purosangue, da sempre impelagato in AIS. Da poco si è assunto l’ingrato compito di girare per il mondo e parlare dei vini e dei cibi che incontra.

Roberto Tonini foto

Roberto Tonini

Se il direttore sapesse scrivere come lui avrebbe fatto i soldi. Maremmano 100%, memoria storica e gastronomica del gruppo.

La redazione al completo








GARANTITO IGP

VINerdì IGP: Dolcetto d'Alba Superiore 2011 Flavio Roddolo

Il barolista Flavio Roddolo ha sempre amato tanto il Dolcetto. Tra i primi ad insistere sulla possibilità di allungare i tempi di assaggio. Per me ha il giusto rapporto tra il corpo e la sensazione di facile beva che non lascia insoddisfatto nemmeno ad un agnello vero che ha brucato in Irpinia. Montanaro il produttore,…