Dal 2 al 5 novembre Sangiovese Purosangue a Siena

Torna Sangiovese Purosangue a Siena, grazie all’impegno dell’Instancabile Davide Bonucci e dell’EnoClub Siena. Una manifestazione incentrata sul sangiovese, che non si ferma alle pur moltissime ed interessanti degustazioni, ma vuole approfondire le caratteristiche non solo del vitigno ma di tutto quanto fa agronomia e enologia attorno al sangiovese. Quindi assaggi, convegni, degustazioni guidate, confronti tra … Continua a leggere



Felluga 90-50, ovvero un progetto lungo una vita

I compleanni di solito si sa, li si festeggia in famiglia ed è proprio così che la famiglia Felluga ha voluto festeggiare il novantesimo di Marco Felluga e i cinquanta anni di Russiz Superiore. Una festa all’insegna della sobrietà e caratterizzata da momenti intimi fatti di racconti, di ricordi e di risate, proprio come tra … Continua a leggere



Un ricordo di Leonello (Nello) Letrari che ci ha lasciato

Nello Letrari non è più tra noi. L’uomo che ha scritto una grossa fetta della storia del vino trentino e non solo ci ha lasciato. Ho avuto la fortuna di conoscerlo di persona solo il luglio scorso, ma è stato un incontro che ricorderò sempre.



Sauvignonopoli friulana: caso chiuso con 41 patteggiamenti. Che vuol dire?

Rieccoci ai titoloni che si inseguono sull’ormai “famigerato Caso Sauvignon” e non solo quelli; anche svariati sms e mail che continuano a chiedere “Hai letto, Hai visto? Tizio e Caio hanno patteggiato quindi vuol dire che…” Vuol dire cosa? In pratica molto poco, almeno alla luce delle accuse iniziali







Sono due anni che Pierlorenzo Tasselli ci ha lasciati

Sono due anni che Pierlorenzo ci ha lasciati e, ogni volta che ci sediamo a degustare per Winesurf, c’è sempre quello che dice “Chissà cosa avrebbe detto o avrebbe fatto Pierlorenzo in questa occasione!” Non vogliamo e non possiamo scordarlo. Ciao Pierlorenzo, sarai sempre nei nostri cuori e nei nostri calici. Ti vogliamo ricordare con le parole e le lacrime di allora.





I soliti danni dai soliti (animali) noti

Le foto sono piccoli esempi e, a conti fatti di fine giornata, solo in questa vigna i danni ammontano a circa 30 quintali di uva mangiata o sciupata, che rapportato al valore di ogni nostra bottiglia sono, più o meno, 100.000 euro.