Rifiutando la logica del monovitigno

Il vigneto non dovrebbe mai essere un campo specializzato, ma una policultura. Quegli splendidi filari che conosciamo, i quali coprono interamente alcune delle più note regioni vitivinicole mondiali, sono in realtà delle enormi monoculture che ingannano la tradizione e la storia sedimentata in centinaia d’anni di selezioni massali.




Ultimi Video





ALCUNI COLLABORATORI DI WINESURF

Fabrizio Calastri foto

Fabrizio Calastri

Viene dalla città dell’alabastro ed è fatto della stessa materia. Responsabile Slow Food sin dall’infanzia, nostra colonna pensante e portante.

Roberto Tonini foto

Roberto Tonini

Se il direttore sapesse scrivere come lui avrebbe fatto i soldi. Maremmano 100%, memoria storica e gastronomica del gruppo.

Giovanni Solaroli foto

Giovanni Solaroli

Romagnolo purosangue, da sempre impelagato in AIS. Da poco si è assunto l’ingrato compito di girare per il mondo e parlare dei vini e dei cibi che incontra.

Marco Bechi foto

Marco Bechi

Storico fiduciario Slow Food, grande appassionato di cucina. Chef meticoloso e fantasioso.

La redazione al completo








GARANTITO IGP

Domaine André et Mireille Tissot: il Jura ha il suo centro naturale

La storia dei Tissot inizia nel 1962 quando André e Mireille decidono di iniziare a produrre vini in Jura, esattamente a Montigny les Arsures (pochi chilometri da Arbois), con l’obiettivo di produrre vini di qualità che valorizzassero al massimo le specificità del territorio. Bisogna però aspettare gli anni ’90 affinché l’azienda riceva la scossa decisiva…