Carlo Macchi foto

Carlo Macchi

Sono entrato nel campo (appena seminato) dell'enogastronomia nell'anno di grazia 1987. Ho collaborato con le più importanti guide e riviste italiane del settore e, visto che non c'è limite al peggio, anche con qualcuna estera. Faccio parte di quel gruppo di italiani che non si sente realizzato se non ha scritto qualche libro o non ha creato una nuova guida sui vini. Purtroppo sono andato oltre, essendo stato tra i creatori di una trasmissione televisiva sul vino e sul cibo divenuta sicuramente la causa del fallimento di una nota rete nazionale. Riconosco di capire molto poco di vino, per questo ho partecipato a corsi e master ai quattro angoli del mondo tra cui quello per Master of Wine, naturalmente senza riuscire a superarlo. Winesurf è, da più di dieci anni, l’ultima spiaggia: dopo c’è solo Master Chef.

25 APRILE! Un brindisi a chi ci a resi liberi

Oggi è il 25 aprile, Festa Nazionale della Liberazione dal nazifascismo e noi di Winesurf vogliamo brindare a tutti quegli italiani, donne e uomini, che hanno permesso a noi, oggi, di vivere in libertà.

Mi sono innamorato del pallagrello bianco!

Dopo la giornata interlocutoria di ieri, dedicata all’ inaugurazione di Campania Stories addirittura nella meravigliosa Reggia di Caserta (chissà quanto avranno pagatoa quei tempi di ICI…) oggi siamo passati ai fatti, cioè agli assaggi dei bianchi campani. In realtà la giornata di ieri  è stata importante perché ha segnato l’inizio di un amore, quello tra … Continua a leggere

Basilicata Stories: buona la prima!

Ingegnere carissimo buongiorno!” dice al cellulare, con voce impostata, l’uomo beatamente appoggiato ad un palo di ferro, mentre sembra non accorgersi del caotico traffico napoletano attorno a lui. Se ne deve accorgere però l’ingegnere, perché dopo un attimo il mio uomo aggiunge, grattandosi ancor più beatamente la pancia “Nooo! Che dite! Ho aperto mo’ la finestra dell’ufficio”.