Buon 2017! Auguri a voi e al nuovo Winesurf!2 min read

Siamo a fine 2016, un anno importante per Winesurf sotto tanti punti di vista: abbiamo compiuto dieci anni di vita, un periodo lunghissimo per i tempi del web e in questi dieci anni abbiamo avuto tante soddisfazioni che, all’inizio del nostro percorso, non ci saremmo proprio immaginati.

 

Siamo stabilmente tra i giornali sul vino italiano più letti, e questo risultato è stato possibile grazie anche al nostro canale youtube,  winesurftube , che mediamente viene visto da quasi mille utenti al giorno.

 

La nostra Guida Vini online ha superato le 50.000 degustazioni  disponibili alla consultazione e siamo gli unici che possano mostrare uno storico di 10 annate, per consentire agli appassionati, specie dei paesi anglosassoni che sono i più attenti fruitori di questo servizio,di ripercorrere la vita di produttori e vini con un click (beh per ora con una serie di clic, ma presto con uno solo).

 

Ma la cosa che ci ha dato più soddisfazione è stata la campagna di crownfunding che, conclusasi con un completo successo, ci sta permettendo di rivedere completamente l’impostazione grafica e la struttura del nostro giornale. L’aver avuto tante persone che ci hanno aiutato ci ha fatto capire che siamo un giornale ben radicato tra i lettori, molto stimato e considerato.

Cogliamo l’occasione per ringraziare ancora una volta tutti quelli che ci hanno aiutato.

 

In questi giorni stiamo lavorando (per la verità stanno, e ci riferiamo a grafici e programmatori)  perché Winesurf sia usufruibile in maniera semplice e immediata anche da tablet e smartphone, riorganizzando anche tutto il database degli assaggi per permettere a tutti di utilizzarlo al meglio ed in tempo reale (tipo siete a cena e volete scegliere il vino in 30 secondi).

 

Il nuovo Winesurf, che verrà presentato ufficialmente nei giorni di Vinitaly, sarà sicuramente più bello e più ricco, ma sarà fatto sempre da noi: un gruppo originale di professionisti, serio ma non serioso, appassionato di tutto ciò che gira intorno al mondo del vino, che vorrebbe veder crescere in maniera sana e proficua.

In questa crescita noi faremo la nostra parte come stampa assolutamente libera e indipendente.

 

Come accennato saremo online con la nuova versione in tempo per Vinitaly, intanto ne approfittiamo per fare a tutti voi i migliori auguri per il nuovo anno, magari stappando qualche bella bottiglia di vino da noi suggerita!

 

Auguri di Buon 2017 da tutta la redazione di Winesurf

Carlo Macchi

Sono entrato nel campo (appena seminato) dell’enogastronomia nell’anno di grazia 1987. Ho collaborato con le più importanti guide e riviste italiane del settore e, visto che non c’è limite al peggio, anche con qualcuna estera. Faccio parte di quel gruppo di italiani che non si sente realizzato se non ha scritto qualche libro o non ha creato una nuova guida sui vini. Purtroppo sono andato oltre, essendo stato tra i creatori di una trasmissione televisiva sul vino e sul cibo divenuta sicuramente la causa del fallimento di una nota rete nazionale. Riconosco di capire molto poco di vino, per questo ho partecipato a corsi e master ai quattro angoli del mondo tra cui quello per Master of Wine, naturalmente senza riuscire a superarlo. Winesurf è, da più di dieci anni, l’ultima spiaggia: dopo c’è solo Master Chef.


ARGOMENTI PRINCIPALI



  • Maddalena Mazzeschi

    Grazie a tutta la redazione perché lavorare insieme è divertente oltre che proficuo.
    Grazie al direttore Carlo Macchi che incentiva sempre il nostro essere liberi da ogni condizionamento anche quando sarebbe più comodo non farlo.
    Grazie a tutti i lettori che con il loro interesse per il nostro lavoro fanno sଠche otteniamo tanti successi.
    A tutti un 2017 se non perfetto che almeno ci vada molto vicino

  • Tiziana Baldassarri

    Mi unisco ai ringraziamenti di Maddalena condividendo ogni singola parola e aggiungo che per me far parte della squadra è un onore, perchè collaboro con persone preparate e corrette, ed un piacere perchè l’ironia accompagna sempre i nostri impegni rendendoli appunto seri ma non seriosi.
    Buon Anno e Buon Vino a tutti.

LEGGI ANCHE