Paolo Costantini foto

Paolo Costantini

Per dimenticare la grama vita del bancario ho cominciato a dedicarmi al vino quando ancora non faceva figo, attraversando longitudinalmente buona parte del mondo associativo ad esso vocato. Fatale mi è stata la lunga esperienza in Slow food a causa delle cattive amicizie acquisite (Macchi e la banda di winesurf). Trascorro il raro tempo sottratto al lavoro e alla famiglia formando assaggiatori-mostri che metteranno a dura prova la pazienza di sommelier e produttori per futili motivi, nonché collaborando con riviste di settore online dalla dubbia reputazione. 

Negroamaro: la storia non insegna

Perché la produzione di uno dei padri nobili della viticultura meridionale, bandiera dell’enologia pugliese , vaga alla ricerca di un’identità sacrificata….

Username or Email
Password
Keep me signed in