loading
Chi siamo Filosofia LINK Contatti FEED RSS
winesurflaviniumlucianopignatarostefanotesiitalinawinereviewvinealia
Guida Vini
Wine Fiction
Vinipedia
vinchiesta
vinformo
vinviaggio
vinteressa
vinsud
vinstoranti
vinco
garantitoigp
VinItalia

Naviga la mappa per scoprire le degustazioni dei vini regione per regione

VinCo

Da Oggi su Winesurf.it
puoi giocare e vincere fantastici premi.
Clicca e gioca subito!

Vintrovabile - il primo gioco sul vino - trova il ooghi e vinci

Scopri i partner di Winesurf!


Che Tempo Fa

25/02/2008
Germogliamento ed elezioni: tutto anticipato?
ingrandisci votazione.jpgPasqua è vicina, il 23 marzo, due giorni dopo l’inizio della primavera: nella stessa settimana del Prowein di Dusserdolf e addirittura prima del Vinitaly.
Poco dopo avremo le elezioni politiche anticipate, ma ci si potrebbe aspettare qualche altra cosa anticipata?
I viticoltori più anziani ed attenti dicono che quando c’è una Pasqua così “bassa”, nel senso vicina all’inizio dell’anno, la vite è tentata a germogliare in anticipo e presto. Se davvero così fosse, vorrebbe dire andare incontro al rischio di brinate primaverili con danni per la pianta!
La precocità del germogliamento è influenzata dal clima, che sappiamo essere tra gli attori principali di questa fase: certo che le differenze si hanno anche sulla base dell’ambiente e le tecniche di coltivazione, il vitigno ed altro ancora, ma la stagione gioca un ruolo fondamentale.
vite_apertura_gemme.jpgVisto che, per questo fine mese di febbraio, si prevede il proseguimento dell’alta pressione e temperature miti, dovremmo stare attenti alla tendenza climatica.
Nella fenologia della vite, in principio avremmo il pianto, il liquido che sgorga dalle ferite di potatura verso la primavera, e che indica la forte attività delle radici, condizionato dalla temperatura del suolo: per esempio la Vitis Riparia comincia questa attività a 10,5°C, la Vitis Berlandieri a 14°C circa.
Poi tra l’inizio del pianto ed il germogliamento dovrebbe intercorrere più o meno un mese, e segnare la data della fuoriuscita del liquido potrebbe darci delle indicazioni interessanti; nel frattempo all’interno del fusto e dei tralci, avviene il riacquisto dell’acqua perduta nell’inverno nonchè di una quantità rilevante di elementi minerali.
Un minimo di attività biologica, può essere rilevata a temperature che superano gli 0°C, dopo di che la possibilità  di schiusura  e quindi di germogliamento si ha (secondo diversi Autori) a temperature dell’aria dai 7°C ai 13°C, e diviene molto più rapido con temperature sino a 18°C.
ingrandisci davideferrarese.jpgQuindi se non fossero solo le elezioni politiche anticipate, ma anche la primavera, bisognerebbe aver paura della brina. Naturalmente per formarsi è necessario che nelle notti primaverili, la temperatura si faccia molto fredda, che il cielo non sia coperto e ci sia assenza di vento. Una volta poi che l’evento avvenisse davvero non vi è rimedio, l’unica speranza è nella fuoriuscita dei “sott’occhi”. Il germoglio colpito dalla brina annerisce e secca, speso tutto d’un tratto.
Tornando ad oggi: i vigneti sono in fase finale o quasi degli interventi di potatura, altri sono stati stralciati, (cioè i tralci della potatura sono stati staccaci dall’impalcatura dei fili e messi a terra). A questo seguirà la legatura: sarebbe opportuno effettuare questa ultima operazione in modo da stendere o legare il capo a frutto (cordone speronato, o  porzione di tralcio fruttifero che sia) disponendolo con la punta diretta al lato opposto a quello da cui spirano i venti più forti, che al contrario potrebbero rompere i teneri germogli in primavera, mentre con questo accorgimento resisteranno meglio.
Quindi prima di pensare di correre alle urne, pensiamo al nostro vigneto, ormai in piena campagna elettorale per la prossima vendemmia!
Autore: Davide Ferrarese
facebook twitter technorati digg Del.icio.us stumbleupon

WinesurfTube

La nostra prima volta.. col Prosecco DOCG!La nostra prima volta.. col Prosecco DOCG!

...

Segui Winesurf su youtube - degustazioni, visite in vigna ed in cantina, interviste
VINformo
04/08/2014

Stefano Bonilli č morto

La prima sensazione alla notizia della morte per infarto di Stefano Bonilli è stata ...

06/07/2014

Collisioni 2014: a Barolo il grande rock (ma veramente grande!!)

Diavolo e acqua santa! E se l’acqua santa è il vino, anzi il re ...

03/07/2014

Dal 4 al 6 luglio Volcanic Wines a Montefiascone, Pitigliano e Orvieto

Cento cantine da tutta Italia, più di duecento vini, undici consorzi, nuove regioni che ...

Newsletter

Per ricevere in anteprima tutte le più interessanti informazioni sugli aggiornamenti inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Winesurf

VINetwork

Puoi trovare aggiornamenti su attivitā, articoli, pubblicazioni, degustazioni e tutto di WineSurf sui principali social network e social bookbarks.

Facebook Winesurf Youtube Winesurf Twitter Winesurf Tumblr Winesurf FriendFeed Winesurf